Cenni storici

Origini della Famiglia

I Niccolini derivano da una divisione avvenuta nella famiglia dei Sirigatti intorno al 1250. I Sirigatti erano originari della
La villa Niccolini di Camugliano ancora di proprietà della famiglia
La villa Niccolini di Camugliano
ancora di proprietà della famiglia
Val di Pesa, dove vivevano nella duplice veste di proprietari terrieri e fedeli del monastero di Passignano. Il primo di cui si ha notizia è un certo Arrigo ("Arrigus vocatus Sirigattus"), definito "fictaiolus perpetualis et fidelis Abbatie". Figlio di un uomo chiamato Lucense, Arrigo sposò nel 1208 Scarlata di Paganello, sorella di Bonavia, personaggio attivo a Firenze, dove sedeva tra gli anziani del comune e svolgeva attività di giudice, la cui famiglia continuava a possedere terre a Passignano. Di questo Arrigo Sirigatti sappiamo che nel 1233 possedeva tre case nel castello di Passignano e alcune terre nei dintorni. Ebbe almeno due figli: Lucchese e Bonavia detto Ruzza.
Sulla figura di Arrigo la tradizione famigliare costruì un mito che lo avrebbe voluto combattente nella battaglia di Benevento del 1266. Il valore mostrato in quella occasione avrebbe provocato la nascita del nome Sirigatti, a causa dello stemma di Arrigo, che rappresentava per l'appunto un gatto, così che fu chiamato Sire del Gatto, da cui Sirigatti. Ma in realtà, al tempo della battaglia di Benevento, Arrigo era certamente già morto da alcuni anni.
Anche la figura del figlio di Arrigo, Ruzza, è avvolta in un alone leggendario: sarebbe vissuto 130 anni e la sua vita sarebbe stata caratterizzata da una lunga faida familiare con la famiglia ghibellina degli Scolari. Questa lunga lite si concluse grazie alla mediazione dei Buondelmonti che patrocinarono un matrimonio tra il figlio di Ruzza, Niccolino, e una donna degli Scolari. Queste vicende delle origini dei Sirigatti sono trattate nelle diverse redazioni del libro di famiglia scritto da Lapo di Giovanni di Lapo Niccolini (1356-1429), poi ripreso e corretto dai suoi figli.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ti preghiamo di cliccare il pulsante a fianco per accettarne l'utilizzo.