Ricerca Avanzata

Baldovinetti, Niccolò di Giovanni

Baldovinetti, Niccolò di Giovanni Ricerca Avanzata
1647 - 1717
Niccolò di Giovanni Baldovinetti (albero 1), figlio di Giovanni di Iacopo e di Camilla Rucellai, fu facoltoso e attivo mercante. Dopo un periodo di soggiorno in Sicilia, a Messina e a Palermo per seguire gli affari della casa Rondinelli (1670-1690), tornato a Firenze si mise in proprio e, con il fratello Benedetto, iniziò un cospicuo traffico di merci che gestiva tramite una fitta rete di collaboratori dislocati nei porti d’Italia, di Spagna e delle Fiandre (se ne veda il fitto carteggio nella sezione della corrispondenza). Nel 1694 sposò Francesca di Ascanio Sanminiati. Il giorno delle nozze, Niccolò ricorda il desinare in casa del padre della sposa, la consegna dell’anello e di aver condotto la sposa nella casa con «torre in facciata» al canto degli Alberti, affittata dai Bartolini, perché la casa di Borgo S. Apostoli «si rifaceva con muratori». Solo due anni dopo, la famiglia rientrò nella propria dimora dove, nella sala della torre, era situato lo scrittoio di Niccolò, probabile sede delle carte di famiglia che già allora dovevano aver assunto una certa consistenza. Fra le sue carte si trovano numerose forniture, note di spese, conti simulati d’acquisto, di netto ricavo, di costi e spese, nonché calcoli su monete estere, prontuari di prezzi e misure di merci. Egli risiedette nelle dimore di Firenze, Pisa e Marti fino alla morte dell’agosto 1717.