Ricerca Avanzata

Niccolini, Paolo di Lapo di Giovanni

Niccolini, Paolo di Lapo di Giovanni Ricerca Avanzata
1402 - 1482
Sposò nel 1431 Cosa di Bernardo di Biagio Guasconi (?-1457), da cui ebbe cinque figli (Lodovico, Benedetto, Piero, Iacopo, Ginevra). Nel 1460 si unì in seconde nozze con Maria di Antonio di Ricciardo degli Alberti (?-1486), da cui ebbe altri cinque figli (Antonio, Niccolosa, Oretta, Costanza, Andrea). Ebbe anche tre figli naturali. Tra i figli di Lapo fu quello che meglio seppe affermarsi negli affari: fu un valente mercante e accumulò una discreta fortuna. Fu l'unico tra i figli di Lapo che continuò a scrivere un libro di Ricordanze (conservato presso l'Archivio Niccolini), che tenne dal 1429 al 1482.

Tra i suoi figli Iacopo (1445-1525) fu discepolo di Savonarola e ne tramandò alcuni discorsi. Ebbe un figlio naturale, Pandolfo (1472-1517) che visse a Roma alla corte di Leone X.
Degli altri figli di Paolo solo Antonio (?-1515) e Andrea (1460-1532) ebbero discendenti, ma queste linee si estinsero nel 1612 e nel 1562.

Padre
Niccolini, Lapo di Giovanni di Lapo
Madre
 
             
Niccolini, Paolo di Lapo di Giovanni
     
Figli: