Ricerca Avanzata

Niccolini, Piero di Matteo di Agnolo

Niccolini, Piero di Matteo di Agnolo Ricerca Avanzata
1507 - 1570
Si tenne lontano dalle vicende politiche fiorentine, dedicandosi piuttosto ai commerci. Solo quando il principato di Cosimo fu definitivamente assestato ricoprì alcune cariche e godette di riflesso il successo del fratello Agnolo. Fu così nominato senatore nel 1564 e fu commissario di Pistoia nel 1567. Nel 1535 sposò Maddalena di Raffaello di Tommaso Antinori (?-1580) da cui ebbe otto figli, ma solo quattro raggiunsero l'età adulta: Ginevra che sposò Simone di Piero Niccolini, Lorenzo, Fiammetta, che sposò Francesco di Tommaso Minerbetti, Elisabetta, moglie di Girolamo di Gino Capponi.
Padre
Niccolini, Matteo di Agnolo di Otto
Madre
 
             
Niccolini, Piero di Matteo di Agnolo