Ricerca Avanzata

Cecco del fu Finuccio di Ostina paga la dote della sorella Vaggia - Descrizione del Fascicolo

: Cartapecore
: Burali
Data: 1330
Cecco del fu Finuccio di Ostina paga la dote della sorella Vaggia
Copia della dichiarazione del giudice Jacopo del fu Muccio di Bibbiena e di ser Guido notaio suo fratello di aver ricevuto da Cecco del fu Finuccio di Ostina cittadino di Arezzo la dote di donna Vaggia, sua sorella e futura moglie di Iacopo. Notaio dell’origonale ser Vanni del fu Giovanni lanaiolo di Arezzo, della copia (del 25 maggio 1367) Angelo del fu ser Cialdo di Arezzo (SN). Arezzo, casa di Bernardino di Casuccio, 2 marzo 1330
foglio di rotolo pergamenaceo CONTENUTO IN CASSETTA c. 3
Collocazione in archivio : 27
: No
dichiaro di aver preso visione dell’informativa privacy . I dati personali saranno trattati dal Titolare e dai Responsabili del trattamento per la gestione dei servizi del Titolare del trattamento.
esprimo il consenso al trattamento dei dati personali per le finalità descritte al punto B) dell’informativa privacy . I dati saranno trattati, previo consenso, dal Titolare e dai Responsabili del trattamento per attività di natura promozionale commerciale e newsletters via e-mail).
* Spuntare la voce non sono un Robot